Depurare e benessere sono gli obiettivi del massaggio ayurvedico Neerabhyangam, per il linfodrenaggio delle tossine e delle scorie del nostro organismo. 
Nella tradizione del massaggio ayurvedico linfodrenante,  si eseguono dei movimenti lenti e costanti, stimolando la linfa per raggiungere le stazioni linfonodali in grado di depurare al meglio il corpo. 
Questo trattamento dona anche nuova energia e vitalità al corpo, con una propensione a far circolare il prana in tutto il corpo, eliminando i blocchi energetici. 





La ritenzione della linfa, purtroppo, è frequente e possibile; per questo è fondamentale evitare che sosti in modo inadeguato tra i tessuti, provocando cellulite ed edemi (nelle donne).
Agendo sulla muscolatura, veicolo primario, il massaggio Neerabhyangam permette di annullare l’eccesso dei fluidi densi di tossine. 
Il massaggio linfodrenante presenta della manovre semplici con un riscontro immediato dei risultati.
I movimenti sono lenti, spiraliformi e concentrici, e toccano i vasi linfatici in modo delicato, essendo più fini dei vasi sanguigni.
Fin dalle prime sedute, si possono perdere circa 600 grammi di liquidi per massaggio, con grande sollievo degli arti, dell’organismo e una sensazione di forte ricarica energetica, leggerezza e buonumore.
Gli effetti del massaggio ayurvedico linfodrenante, riguardano pure il rilassamento e la dolcezza energetica, fondamentale per chi pratica e riceve il trattamento ayurvedico.
E' assolutamente sconsigliato nei casi di flebiti, insufficienza cardiaca, asma grave e tumori. 






   
MASSAGGIO
LINFODRENANTE



Depurare e benessere sono gli obiettivi del massaggio ayurvedico Neerabhyangam, per il linfodrenaggio delle tossine e delle scorie del nostro organismo. 

Nella tradizione del massaggio ayurvedico linfodrenante,  si eseguono dei movimenti lenti e costanti, stimolando la linfa per raggiungere le stazioni linfonodali in grado di depurare al meglio il corpo. 
Questo trattamento dona anche nuova energia e vitalità al corpo, con una propensione a far circolare il prana in tutto il corpo, eliminando i blocchi energetici. 
La ritenzione della linfa, purtroppo, è frequente e possibile; per questo è fondamentale evitare che sosti in modo inadeguato tra i tessuti, provocando cellulite ed edemi (nelle donne).

Agendo sulla muscolatura, veicolo primario, il massaggio Neerabhyangam permette di annullare l’eccesso dei fluidi densi di tossine. 
Il massaggio linfodrenante presenta della manovre semplici con un riscontro immediato dei risultati.
I movimenti sono lenti, spiraliformi e concentrici, e toccano i vasi linfatici in modo delicato, essendo più fini dei vasi sanguigni.
Fin dalle prime sedute, si possono perdere circa 600 grammi di liquidi per massaggio, con grande sollievo degli arti, dell’organismo e una sensazione di forte ricarica energetica, leggerezza e buonumore.

Gli effetti del massaggio ayurvedico linfodrenante, riguardano pure il rilassamento e la dolcezza energetica, fondamentale per chi pratica e riceve il trattamento ayurvedico.
E' assolutamente sconsigliato nei casi di flebiti, insufficienza cardiaca, asma grave e tumori.